Laura Malcangio

25 luglio - 01 agosto

Sulle tracce di Amalthia

condotto da Laura Malcangio

Un viaggio nel sentire profondo del corpo, della sua voce.

Un laboratorio nel quale faremo esperienze diverse: meditazioni guidate, esercizi teatrali e di vocalità funzionale, esplorazioni di danza sensibile e pratiche di Qigong. Tutti i giorni dedicheremo un pò di tempo ad esplorare nuovi modi di comunicare con il corpo come se fosse un conoscente che abbiamo dato un pò per scontato e che può riservarci molte piacevoli sorprese. Il nostro corpo è 8 volte più lento della nostra mente e troppo spesso non abbiamo il tempo di rispettarne i ritmi, i cicli. Andiamo troppo veloce e qualcosa rimane indietro, sospeso. Organi, tessuti e ossa cooperano a nostro sostegno e si orientano in relazione a flussi e maree silenziose che non conosciamo. Entrare in ascolto di questi movimenti sottili è una scoperta emozionante. Per qualche giorno alleneremo l’ abitudine di entrare in contatto con il linguaggio silenzioso del corpo, seguiremo le tracce delle sensazioni piacevoli che sperimentiamo quando siamo rilassati, quando facciamo qualcosa che ci fa sentire bene. Mi piace chiamarle le tracce di Amalthia, tracce che ci riconnettono con un tempo antico nel quale i ritmi e i modi del vivere erano più in armonia con i bisogni del corpo e dell’ anima. Amalthia era la capra che secondo la mitologia greca allattò Zeus e dal cui corno originavano magicamente ricchezza e doni. Le capre sono animali particolari, ostinati, dal carattere selvatico e indipendente. Per conservare un buon contatto con sé dovremmo essere, un pò come le capre, in ascolto dei nostri bisogni, liberi dai condizionamenti. Un piccolo diario di viaggio ci aiuterà durante il laboratorio a segnare scoperte importanti, raccogliere impressioni, conservare le tracce.
Il laboratorio includerà anche un bagno sonoro con le campane di quarzo minerale. Le campane di quarzo rappresentano una preziosa novità nel mondo del sound healing. Il suono ci circonda, ci attraversa avvolgendo il nostro corpo come un abbraccio, donandoci la sensazione di un massaggio delicato e di uno stato di profondo rilassamento. Le note purissime e i suoni armonici creano un campo vibrazionale che entra in risonanza con il corpo armonizzando tutti i livelli: fisico, emotivo e mentale. 
Breve Bio: Mi chiamo Laura, ho una formazione in teatro fisico ed equilibrismo. Il mio primo grande amore è stato il lavoro con il clown teatrale che è poi diventato la mia professione. Un infortunio mi ha portata a ricercare risorse per il benessere e mi ha indicato una nuova direzione. Una formazione in craniosacrale biodinamico ha ampliato la mia visione del corpo e delle sue capacità di rigenerarsi. Il Qigong, incontrato inizialmente come training teatrale è diventato per me, modo di conoscermi, medicina, ricerca infinita, cibo per anima e corpo. Il mio ambito lavorativo si è spostato ma mi sento comunque un’allieva nell’arte dell’equilibrismo, come tutti noi del resto! Oggi do sessioni di craniosacrale biodinamico, di sound healing con campane di quarzo minerale, insegno Qigong e vocalità funzionale secondo il metodo Modai Nelle mie lezioni convergono e si integrano le esperienze di lavoro corporeo, danza e molto altro che ho incontrato nel mio percorso teatrale e di ricerca in altre discipline. Intendo l’ insegnamento come forma di condivisione della ricerca personale perché possa servire ad altri.